Personalmente

Valentina Fanelli

Tutti pazzi per Violetta (anche i ragazzi?)

23012014174220_sm_6289

Ci sono persone che al suono del nome Violetta perdono la ragione… e ci sono persone che si riempiono di macchie rosse appena la nomini.

Ci sono ragazzine che si aggirano per casa brandendo una penna come fosse un microfono e cantando a squarciagola in spagnolo. E ci sono papà che cercano di sostituire il cd di violetta con la platinum collection di De Gregori.

Ci sono future donne in età pre-adolescenziale (e scendere) che si aggirano griffate “Violetta srl”. E ci sono mamme che cercano disperatamente di far indossare qualcosa che non sia color viola pastello con sopra la faccia degli attori della serie.

Ma Violetta e il suo mondo sono una realtà e con quella dobbiamo fare i conti. Cd, zaini e perfino il diario di Violetta tra i libri più venduti negli ultimi mesi. Inquietante o Rassicurante? Dolce? Sognante o Alienante? Di tutto un po’; sicuramente il tema scuola/musica, la compagnia di amici e amori, le gioie ma anche le insicurezze tornano ciclicamente nei telefilm per adolescenti. Qui sono ben aggiornate ai nostri tempi.

E i maschi? Qui rappresentati dal nostro Tia che cerca di preservare ciò che può; ma siamo sicuri che non sbircino il telefilm mentre nessuno li guarda?

24 gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Valentina Fanelli

Nata e mai vissuta a Cremona nel 1977. Della città ho ereditato la vocazione artistica. Cresciuta disegnando, tutto e tutti, storie e persone; un incubo per gli amici, un sogno e uno sfogo come professione e come passione. Diplomata allo IED, creando un corto animato come tesi, lavora come illustratrice e grafica. Si reinventa con tre amiche progettando e organizzando laboratori creativi e artistici e feste per i bimbi, fondando un’ associazione. Mamma felice di 3 bimbi, fissa loro e la vita quotidiana in una vignetta, come e più che in una foto.

Utenti online