Personalmente

Valentina Fanelli

La festa della Liberazione vista dai ragazzi

24042014111554_sm_7265

La festa della Liberazione ha un senso per i ragazzi? Almeno sanno di cosa stiamo parlando?

La mia generazione questa esperienza l’ha sentita raccontare dai nonni… Un punto di vista reale sulla guerra e tutto quello che ne consegue.

Le corse nei rifugi, le trasmissioni radio, la gioia nel sapere che gli americani arrivavano per noi.

La generazione di Tia si deve affidare ai nonni “giovani” che hanno vissuto di striscio quegli anni e ai tanti libri che raccontano tutti i colori della guerra.

Tocca noi aiutarli, perché feste come questa non diventino soltanto un giorno di vacanza da scuola!

Valentina Fanelli

25 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Valentina Fanelli

Nata e mai vissuta a Cremona nel 1977. Della città ho ereditato la vocazione artistica. Cresciuta disegnando, tutto e tutti, storie e persone; un incubo per gli amici, un sogno e uno sfogo come professione e come passione. Diplomata allo IED, creando un corto animato come tesi, lavora come illustratrice e grafica. Si reinventa con tre amiche progettando e organizzando laboratori creativi e artistici e feste per i bimbi, fondando un’ associazione. Mamma felice di 3 bimbi, fissa loro e la vita quotidiana in una vignetta, come e più che in una foto.

Utenti online